ITALIA: Rinnovato il museo della radio tv di Torino

0
Abstract (In English)

The Museum of Radio and TV in Turin reopened to the public on 26 September 2020, with a layout redesigned during the lockdown break. Notice boards, lighting and scenography have been redesigned, as well as the assortment of pieces, flanking the equipment used by the public broadcaster in 94 years of activity with multimedia itineraries that narrate the evolution of the public broadcaster’s television programmes. Historical relics tell of the ancestors of radio, from the telegraph to the first radio receivers.

L’articolo (Italiano)

Un nuovo percorso espositivo racconta 94 anni di storia della Rai attraverso apparecchiature, programmi, costumi e arredi di scena

Una panoramica delle sale espositive che raccontano, con apparecchiature d'epoca, l'evoluzione delle trasmissioni radiotelevisive
Una panoramica delle sale espositive che raccontano, con apparecchiature d’epoca, l’evoluzione delle trasmissioni radiotelevisive
Fonte
Tra i microfoni usati negli studi radio, alcuni quasi centenari, c'è questo esemplare con il marchio della Eiar (Ente Italiano per le Audizioni Radiofoniche), subentrata nel 1927 alla URI (Unione Radiofonica Italiana) che nel 1944 sarebbe la RAI Radio Audizioni Italiane e dal 1954, con l'avvento della televisione, Rai Radiotelevisione Italiana
Tra i microfoni usati negli studi radio, alcuni quasi centenari, c’è questo esemplare con il marchio della Eiar (Ente Italiano per le Audizioni Radiofoniche), subentrata nel 1927 alla URI (Unione Radiofonica Italiana) che nel 1944 sarebbe la RAI Radio Audizioni Italiane e dal 1954, con l’avvento della televisione, Rai Radiotelevisione Italiana Fonte

Ha riaperto al pubblico dal 26 settembre 2020 il Museo della radio e della Tv di Torino, con un allestimento ridisegnato durante pausa del lockdown. Bacheche, illuminazione e scenografia sono state ripensate, come pure l’assortimento dei pezzi, affiancando alle apparecchiature usate dall’emittente pubblica in 94 anni di attività dei percorsi multimediali che raccontano l’evoluzione dei programmi televisivi dell’emittente pubblica. Cimeli storici raccontano gli antenati della radio, dal telegrafo ai primi ricevitori radio.  

Un raro registratore "portatile" degli Anni Trenta, con la registrazione, su nastro metallico, della voce di Benito Mussolini
Un raro registratore “portatile” degli Anni Trenta, con la registrazione, su nastro metallico, della voce di Benito Mussolini
Fonte
Il percorso museale è stato arricchito con arredi di trasmissioni storiche della rai: sullo sfondo, al centro, la cabina di Rischiatutto, il telequiz condotto da Mike Buongiorno tra il 1970 e il 1974
Il percorso museale è stato arricchito con arredi di trasmissioni storiche della Rai: sullo sfondo, al centro, la cabina di Rischiatutto, il telequiz condotto da Mike Buongiorno tra il 1970 e il 1974
Fonte
I costumi indossati da Adriano Celentano e Mina nel corso della trasmissione "Alla ribalta", andata in onda nel 1964
I costumi indossati da Adriano Celentano e Mina nel corso della trasmissione “Alla ribalta”, andata in onda nel 1964
Fonte
In aggiunta alle teche, la zona espositive comprende delle isole tematiche: questa è dedicata ai microfoni
In aggiunta alle teche, la zona espositive comprende delle isole tematiche: questa è dedicata ai microfoni
Fonte

Share on

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *